Chi siamo
 - A. P. E.

I "Cinguettii" di Confedilizia

 

Scarica la  Carta dei Servizi 

 

contatto facebook: aperovigo@libero.it

 

TASSE SULLA CASA, Confedilizia incontra Istituzioni
ROMA, 21 novembre 2013


L'Associazione:

  

Aderisce in sede nazionale, unitamente ad altre duecento Associazioni territoriali, alla CONFEDILIZIA, l'organizzazione storica della proprietà immobiliare in Italia.

L'Associazione rodigina, costituita nel 1978, svolge funzioni di assistenza e rappresentatività in ambito provinciale attraverso i propri Organi e i propri consulenti.

Alla Confedilizia aderiscono proprietari (anche della sola casa di abitazione), condominii, condòmini singoli e investitori istituzionali quali compagnie di assicurazione, banche, casse pensioni, istituti previdenziali e società immobiliari di rilevanza nazionale.

Aderiscono alla Confedilizia anche Associazioni di settore, fra cui l'ADSI-Associazione dimore storiche italiane; l'AMPIC-Associazione multiproprietari italiani Confedilizia; l'ANBBA-Associazione nazionale dei bed & breakfast e degli affittacamere; l'ANCE-Associazione nazionale costruttori edili; l'ANIA-Associazione nazionale imprese assicuratrici; l'ASAGES-Associazione archivi gentilizi e storici; l'ASPESI-Associazione nazionale tra società di promozione e sviluppo immobiliare; l'ASSINDATCOLF-Associazione sindacale nazionale datori di lavoro colf;  la CONFCASALINGHE-Confederazione nazionale casalinghe; il CNR CASA-Coordinamento nazionale case riscatto edilizia pubblica; la DOMUSCONSUMATORI-Associazione tutela consumatori ed utenti; la FIAIP-Federazione italiana agenti immobiliari professionali; la FIDALDO-Federazione italiana datori di lavoro domestico; il FIMPE-Fondo integrativo multiservizi proprietari edilizi. Apposite sezioni della Confedilizia organizzano i trusts immobiliari (ASSOTRUSTS-Coordinamento trusts immobiliari Confedilizia), i fondi immobiliari (COFIC-Coordinamento fondi immobiliari Confedilizia) e gli italiani all'estero (CITES-Coordinamento italiani all'estero).

Gli amministratori di immobili, condominiali e non, partecipano alla vita dell'Organizzazione tramite il CORAM (Coordinamento Registri Amministratori). La Sede centrale della Confedilizia assicura il continuo aggiornamento - con l'iscrizione dei nuovi ammessi - del REGISTRO NAZIONALE AMMINISTRATORI CONFEDILIZIA, ai cui iscritti rilascia un attestato di iscrizione firmato in originale dal Presidente confederale e dal Presidente del Coram, e fornisce gratuitamente i previsti servizi. Alla Confederazione aderisce anche GESTICOND-Libera associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari e gestori di edifici (costituita secondo i principi della Direttiva europea 92/51). Una particolare convenzione regola i rapporti della Confedilizia con l'AGIAI, associazione che inquadra i geometri che svolgono l'attività di amministratori di stabili.
In collaborazione con il RINA, la Confedilizia assicura agli enti, società, condominii e privati interessati il servizio di certificazione della qualità degli immobili. L'Organizzazione ha inoltre stipulato una convenzione con l'AGENZIA DEL TERRITORIO per l'accesso delle Associazioni territoriali agli archivi informatici del Catasto Fabbricati e Terreni. Altre convenzioni la Confedilizia ha stipulato con Banca Intesa/Sanpaolo per il "Servizio Garanzia Affitto" e con LEAF (già R.E. FACTOR) per la cessione dei crediti derivanti da contratti di locazione.

 La Confedilizia ha sottoscritto protocolli con l'ASSOCAMERESTERO-Associazione delle Camere di commercio italiane all'estero, per consulenze a connazionali che risiedono od operano all'estero, in materia immobiliare; con la CORTE ARBITRALE EUROPEA, con la quale ha costituito la CAMERA IMMOBILIARE della Corte Arbitrale Europea-Sezione della Delegazione Italiana, con il compito di risolvere le controversie in materia di locazioni, condominio, contratti preliminari di compravendita, contratti di compravendita, mediazione immobiliare ecc.; con l'ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA LE BANCHE POPOLARI. Mantiene rapporti di continua consultazione con l'ABI-Associazione Bancaria Italiana e la CONFCOMMERCIO. Ha inoltre accordi di collaborazione - tra altri - con la CONFAGRICOLTURA, la FEDERAZIONE NAZIONALE PROPRIETA' FONDIARIA, l'ANACAM (Associazione nazionale imprese di costruzione e manutenzione ascensori), l'ANIEM (Associazione nazionale piccole imprese edili) e l' ASSOUTENTI (nonché con il COMITATO NAZIONALE DIFESA CONTRIBUENTI BONIFICHE di quest'ultima Associazione). La Confedilizia ha pure stipulato una Convenzione con HomeLink Italia, organizzazione leader dello scambio casa nel nostro Paese.

 In sede internazionale la Confedilizia è fra i "Gruppi di interesse" accreditati presso il Parlamento europeo e rappresenta l'Italia in seno all'UIPI (Union Internationale de la Propriété Immobilière, organizzazione accreditata al Consiglio d'Europa, all'OCSE, al Parlamento Europeo e al Comitato abitazioni dell'ONU a Ginevra). In sede di Unione Europea rappresenta il nostro Paese nell' EPF (European Property Federation). La Confedilizia - per l'assistenza diretta a connazionali - ha istituito proprie delegazioni all'estero, come negli Stati Uniti d'America, in Inghilterra, in Germania, in Francia, in Spagna, in Belgio, in Svizzera, in Argentina e in Cina. Tiene inoltre continui rapporti con la Confedilizia sammarinese.

La Confedilizia viene regolarmente consultata - oltre che dai Ministeri - dalle Commissioni parlamentari di Senato e Camera, dal CNEL, da Regioni ed Enti locali.
Cura il mensile "Confedilizia notizie" (diffuso ai singoli soci tramite le Associazioni territoriali) nonché pubblicazioni interessanti il settore, a mezzo della controllata CONFEDILIZIA EDIZIONI.
Compiti istituzionali della Confedilizia sono la rappresentanza delle categorie dei proprietari d'immobili e degl'investitori nei rapporti col Parlamento e col Governo sui problemi che interessano il comparto immobiliare.

 - A. P. E.
Per leggere Confedilizia Notizie cliccare qui

L'AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA CEDOLARE SECCA - Circolare n. 55394

PROPOSTA POPOLARE PER LA RIDUZIONE DELL'I.M.U.

 

PROPOSTA POPOLARE

AL SINDACO / CONSIGLIO COMUNALE di ROVIGO

PER LA RICONDUZIONE AD EQUITA’ DELLE IMPOSTE SULLA CASA

(Ai sensi dell’art. 34  dello Statuto del Comune di Rovigo)

 

I sottoscritti titolari dei diritti di partecipazione,

premesso:

- che il Comune di Rovigo ha stabilito le aliquote dell’Imposta Municipale propria ai massimi livelli consentiti dalla legge, ed è tra i Capoluoghi di Provincia che hanno applicato le aliquote più elevate non solo nel Veneto, ma in tutta Italia;

- che l’incremento dell’imposta rispetto all’I.C.I. è arrivato a superare il 300% in un momento in cui le Famiglie e le Imprese sono vittime di una crisi senza precedenti che non permette nemmeno la dismissione degli immobili né la loro redditività, e pertanto colpisce il patrimonio e non il reddito, di fatto espropriando il bene ;

- che l’eccessivo aggravio del peso fiscale sulla proprietà immobiliare deliberato dall’Amministrazione Comunale è contrario ai principi di equità fiscale, perché fa gravare maggiormente sulla proprietà immobiliare il peso delle entrate tributarie municipali senza il rispetto del criterio di corrispettività e di proporzionalità che non ammette  discriminazioni tra i cittadini contribuenti proprietari e non proprietari di immobili;

-  che  i sottoscritti cittadini non sono responsabili né delle spese deliberate dal Consiglio Comunale, né dei debiti contratti dall’Amministrazione Comunale, sulla quale grava invece l’onere di individuare ed eliminare  le spese non necessarie, nonchè l’onere di attuare una politica di risparmio e di contenimento della spesa pubblica;

- che le aliquote di imposta  I.M.U. deliberate da questa amministrazione, sommate agli altri  tributi che già gravano sugli immobili, incidono con un prelievo fiscale superiore alla capacità di reddito dei beni colpiti, e sono tali da renderlo insopportabile,

 Ciò premesso,

 rivolgono la seguente proposta al Sindaco / Consiglio Comunale per la modifica dei punti 3. e 5. della delibera di C.C. n. 19 del 19.3.2012, nel modo seguente:

“1. di stabilire, per quanto indicato in premessa, l’aliquota ordinaria dell’imposta municipale propria (IMU) per l’anno 2012 nella misura del 7,6 per mille;

2. di stabilire l’aliquota IMU del 4,00 per mille da applicarsi all’abitazione principale nella quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente, con applicazione della detrazione annua nella misura ordinaria di euro 200,00, oltre alla maggiorazione di euro 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purchè dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, con un importo massimo di euro 400,00 al netto della detrazione di base;

 3. di stabilire l’aliquota IMU del 4,00 per mille da applicarsi alla pertinenza quale unità immobiliare asservita all’abitazione principale e classificata nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 (garages, cantine o tettoie) nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate;”;

 “5. di stabilire l’aliquota ridotta IMU nella misura del 4,6 per mille per l’anno di imposta 2012 limitatamente agli immobili concessi in locazione agevolata a titolo di abitazione principale con residenza anagrafica del conduttore ed eventuale unica pertinenza, alle condizioni stabilite nell’accordo territoriale sottoscritto in data 22.06.2004 ai sensi dell’art. 2, comma 4, della legge 09.12.1998, n. 431 e riferito a contratti agevolati, contratti transitori e contratti per studenti universitari, approvando l’allegato modello di domanda che i soggetti interessati dovranno presentare all’ufficio tributi per poter usufruire del beneficio (allegato 1);”

 Chiedono inoltre

 “ di stabilire l’aliquota ridotta IMU nella misura del 4,0 per mille limitatamente agli immobili concessi in locazione a conduttori assoggettati a sfratto per morosità convalidato a decorrere dalla data dell’intimazione di sfratto e agli immobili sfitti ad uso diverso dall’abitativo;”

 I sottoscritti indicano quale rappresentante che assume la veste di interlocutore privilegiato  nei confronti del Comune l’Associazione della Proprietà Edilizia - Confedilizia della Provincia di Rovigo, in persona del suo Presidente.

Carta dei Servizi

Rassegna stampa

 
A. P. E.

A. P. E.

A. P. E.

L'Organizzazione storica della Proprietà Immobiliare

A. P. E.